fbpx
Maspero su Simoni: «Un padre, sapeva sempre come prendermi»
Maspero su Simoni: «Un padre, sapeva sempre come prendermi»

Lunedì 30 marzo è stato ospite di CGR l’ex centrocampista della Cremo Riccardo Maspero, a GrigiorossOnair, su Facebook. Così su Gigi Simoni e gli altri mister

Lunedì sera, 30 marzo, è stato ospite della nuova puntata di GrigiorossOnAir, a pochi giorni dal compleanno numero 118 della Cremonese e dal 28esimo anniversario del successo nella Coppa Anglo-Italiana, Riccardo Maspero, uno dei protagonisti degli anni d’oro grigiorossi (e non solo). Ha scambiato con noi quattro chiacchiere in diretta su Facebook. Così si è espresso su Gigi Simoni e sugli altri mister che ha avuto a Cremona.


Gigi Simoni è stato quello che più ha creduto in Maspero. Ricky conferma il grande spessore umano di Simoni raccontando di un rapporto che andava ben oltre il rettangolo di gioco: «Gigi per me è stato un padre, una persona che andava al di là del rapporto allenatore-giocatore. Mi ha preso in simpatia, ha creduto in me, mi ha dato quello che mi serviva per diventare un calciatore, anche fuori dal campo. Quando ho festeggiato le 100 presenze è venuto a cena a casa mia, era un qualcosa di unico nel mondo del calcio, non aveva eguali. Sapeva sempre come prendermi, come stimolarmi quando dovevo dare di più e come gratificarmi quando andavo bene. Quando sono tornato a Cremona dopo alla parentesi alla Sampdoria mi ero appena sposato e ha voluto sapere tutto, chi era lei e se mi trovato bene. Devo gran parte della mia carriera a lui e a Bruno Mazzia che è stato quello che mi ha preso dalla Primavera e portato in prima squadra. È merito suo se a 17 anni ho calciato un rigore che ci ha portato in Serie A. Voglio ricordare anche Luciano Cesini che mi ha massacrato in Primavera, mi ha fatto correre tantissimo insegnandomi il senso del lavoro. I primi tempi alla Cremo sono stati bellissimi, ma quanti sacrifici! In Primavera per tre anni sono venuto in pullman da Lodi, non sapevo mai se sarei arrivato in tempo. Poi per fortuna quando sono andato in prima squadra è arrivato Lombardo a farmi da autista (ride, ndr)».


CLICCA QUI PER L’INTERVISTA COMPLETA


OGNI REPLICA, ANCHE PARZIALE, NECESSITA DELLA CORRETTA FONTE CUOREGRIGIOROSSO.COM

Redazione
Redazione

Potrebbe interessarti anche: