fbpx
Le pagelle – Ravaglia evita il cappotto. Gustafson da film horror
Le pagelle – Ravaglia evita il cappotto. Gustafson da film horror

Le pagelle di Spezia-Cremonese, terminata 3-2: vantaggio grigiorosso con Claiton, poi lo Spezia la ribalta con Maggiore, Di Gaudio e Nzola. Nel finale perla di Parigini

RAVAGLIA, voto 7
Se la partita non finisce con un punteggio tennistico il merito è soprattutto suo. Interventi a ripetizione su F. Ricci, Bidaoui, Maggiore, Galabinov e Di Gaudio.

CRESCENZI, voto 4.5
Inizio shock: Bidaoui e Marchizza gli scappano da tutte la parti, una sua manina larga meriterebbe il rigore. Il cross da cui nasce il vantaggio di Claiton non basta a riscattare un esordio da incubo.

CLAITON, voto 6.5
Non solo per il gol. Dietro mette pezze ovunque, è l’unico a non ballare in mezzo ai pirati spezzini che attaccano da ogni parte.

BIANCHETTI, voto 5
In difficoltà in marcatura, viene saltato troppo spesso. Graziato sia da Bidaoui sia da Capradossi che lascia liberi di tirare in area piccola.

MIGLIORE, voto 6
Come Crescenzi è in inferiorità numerica sulla fascia. Soffre meno del collega perché sopperisce alle lacune tattiche con esperienza e fisicità.

ARINI, voto 6
Fino all’ingresso di Valzania regge da solo un centrocampo in grande deficit fisico. Forse il regista migliore per questa squadra è proprio lui.

GUSTAFSON, voto 4
L’inferiorità della Cremo sulle fasce dovrebbe portare a una maggiore libertà in mezzo, dove Gusta ha spazi perché nel 4-3-3 spezzino nessuno lo va a marcare. Eppure riesce a sbagliare tutto: insufficiente sia sul piano della tecnica che su quello fisico. Perde malamente la palla da cui nasce il gol del 2-1.

DELI, voto 4.5
Un’infinità di errori nello stretto, sbaglia sempre la misura dei passaggi. Finisce la benzina dopo neanche un’ora, eppure sabato aveva riposato.

PICCOLO, voto 4.5
Conferma di non essere nel suo periodo migliore: non riesce mai a saltare l’uomo, quando riparte manca di precisione. Esce dopo pochi minuti del secondo tempo.

CELAR, voto 5
Prima punta, poi esterno, poi ancora punta. È troppo fragile per un campionato fisico come la B, quando ha le occasioni per fare male conclude in maniera troppo morbida.

CERAVOLO, voto 5
Il possesso palla della Cremo è quasi nullo, di palloni là davanti ne arrivano pochissimi. Sfrutta i pochi che gli arrivano cercando di ripartire in mezzo alla difesa dello Spezia, potrebbe comunque fare meglio.


Sono entrati:

PARIGINI, voto 6.5
Prima esterno, poi punta con Celar. Vivace e tecnico, non trova compagni che parlano la sua lingua calcistica così decide di fare tutto da solo: il gol del 3-2 è un vero e proprio gioiello.

VALZANIA, voto 6
Entra e la Cremo prende gol. Se non altro porta del dinamismo in un centrocampo troppo lento e debole.

RAVANELLI, voto 5
Si perde subito Nzola sbagliando l’anticipo. Lo riperde in occasione della rete del 3-1.


L’allenatore:

RASTELLI, voto 4
Sbaglia lo schieramento iniziale, sbaglia la scelta dell’undici titolare, sbaglia le sostituzioni.

Nicola Guarneri
Nicola Guarneri

Direttore Responsabile

Potrebbe interessarti anche:

Napoli-Cremonese 3-3, i top dell’amichevole

Napoli-Cremonese 3-3, i top dell’amichevole