fbpx
Le pagelle – Gaetano senza voglia. Strizzolo salva il risultato
Le pagelle – Gaetano senza voglia. Strizzolo salva il risultato

Le pagelle di Reggiana-Cremonese, terminata 1-1: a segno Costa nel primo tempo, Strizzolo salva i grigiorossi al 90′.

ALFONSO, voto 6
La sua è una partita da spettatore: la Reggiana non conclude quasi mai, sul colpo di testa di Costa può poco o nulla. Nel finale si fa trovare pronto sulla punizione di Muratore.

BIANCHETTI, voto 5
Sembra il lontano parente del giocatore sceso in campo lo scorso anno. Poco reattivo nel breve, in qualche maniera perde sempre l’uomo. Impreciso anche in fase di costruzione, cross da dimenticare.

TERRANOVA, voto 6
Tiene a galla la difesa con un paio di interventi di spessore. Qualche crepa però la fa intravedere anche lui: un paio di rilanci sbilenchi sulla schiena dell’attaccante di turno, una difesa dell’area piccola non proprio irreprensibile in occasione del gol di Costa.

RAVANELLI, voto 5.5
Lui preciso non lo è mai stato, non è colpa sua se nella difesa a tre è chiamato a impostare. Si fa saltare in testa da Costa in occasione del vantaggio della Reggiana, le disposizioni difensive certamente non lo aiutano.

ZORTEA, voto 6
Tanta voglia, poca precisione. Si incaponisce a cercare dribbling anche quando non gli riescono. Alla fine comunque è uno dei pochi a salvarsi.

VALZANIA, voto 6
Va in difficoltà perché di fronte si trova un centrocampo di Valzanii: corrono e menano come pochi. Non riesce quasi mai a ripartire e a sfruttare la catena di destra con Zortea.

CASTAGNETTI, voto 6
Per carità, lui ci prova pure a verticalizzare per le punte. Che colpa ne ha se poi queste vengono regolarmente anticipate? Esce all’intervallo, forse avrebbe potuto restare in campo più a lungo.

GAETANO, voto 4.5
La classe non si discute, la voglia sì. Non ha l’atteggiamento di chi gioca in una squadra in cui ogni punto conta perché l’obiettivo è la salvezza. È troppo molle quando riparte, in questo momento in campo serve più cattiveria.

VALERI, voto 6.5
Da esterno di centrocampo è meno appariscente, forse perché ha meno campo da coprire. Migliora quando al Cremo passa a quattro: arriva bene al cross e pure un paio di volte alla conclusione. Finale da attaccante aggiunto, si guadagna diversi falli in zona offensiva mal sfruttati dai compagni.

CELAR, voto 5
Viene costantemente richiamato da Bisoli per rompere le linee di passaggio della Reggiana: vista la “corsa” del compagno di reparto, deve sobbarcarsi gran parte del lavoro. Male in fase propositiva, dove sbaglia sempre qualcosa: una volta il movimento, una volta lo stop, una volta il passaggio, una volta viene anticipato.

CIOFANI, voto 4.5
Ogni volta si spera sia la volta buona, ogni volta il buon Daniel non riesce a sbloccarsi. A differenza di altre partite offre poco aiuto alla squadra anche in fase di gioco. Insufficiente l’apporto nel gioco aereo, Bisoli non può fare altro che toglierlo all’intervallo.


Sono entrati:

GUSTAFSON, voto 6
Entra subito in partita con un paio di contrasti energici. Il suo ingresso comunque non sposta gli equilibri, la Cremo ha poche idee e ancor meno qualità per metterle in pratica.

STRIZZOLO, voto 6.5
La sua corsa sarebbe servita di più nel primo tempo contro il possesso palla insistito della Reggiana. Trova il pareggio con un tap-in che evita l’ennesima sconfitta stagionale.

BUONAIUTO, voto 6.5
Come spesso accade entra bene in partita, portando vivacità alla manovra e pericolosità su calci piazzati. Quando lo vedremo titolare?

CERAVOLO, voto 6
Poco più di un quarto d’ora da punta centrale in un improvvisato 4-2-3-1. Con un guizzo fa espellere Costa, ben più di quello che combinano i compagni di reparto in una partita intera.

PINATO, voto 6
Decisivo in pochi minuti: ha la lucidità e la freddezza di trovare dribbilng e tiro dal limite dell’area, colpendo il palo e favorendo il pareggio di Strizzolo.


L’allenatore:

BISOLI, voto 5
Il pareggio trovato al 90’ non sposta di una virgola la prestazione grigiorossa. Inspiegabile l’atteggiamento rinunciatario della squadra nel primo quarto d’ora: i padroni di casa fanno quello che vogliono e come vogliono. Dopo la rete subita la Cremo alza il baricentro ma la sostanza non cambia: i granata arrivano sempre prima sul pallone, hanno più cattiveria e più gamba. Tante decisioni non convincono: la difesa a zona sui corner, Castagnetti puntualmente sostituito al 45’, il cambio di Zortea, Buonaiuto perennemente in panchina. Nonostante il pareggio è probabile che la sua avventura alla Cremo termini qui.

Nicola Guarneri

Direttore Responsabile

Potrebbe interessarti anche: