fbpx
Le pagelle – È tornato “San Agazzi”. Deli, altro gol!
Le pagelle – È tornato “San Agazzi”. Deli, altro gol!

Le pagelle di Hellas Verona-Cremonese, gara del Terzo Turno di Coppa Italia terminata con il successo per 2-1 dei grigiorossi in rimonta

AGAZZI, voto 7.5
Il Verona crea molte palle gol nel primo tempo, ma quasi tutte si spengono sul fondo. Non può nulla sulla sassata di Empereur che è valsa l’1-0. Nei supplementari diventa “Santo” come nella notte di Livorno: con l’aiuto del palo dice no a Henderson, poi con l’unghia alza in corner la schiacciata perfetta di Zaccagni.

MIGLIORE, voto 6.5
Chiamato all’ultimo per il risentimento muscolare di Caracciolo occorso nel riscaldamento (nulla di grave, sabato ci sarà), viene adattato a terzo centrale di sinistra. Il Verona lo sa e spinge molto dalle sue parti: l’ex Genoa spesso va in difficoltà, ma gli va riconosciuta l’attenuante. È sufficiente, anche perché negli altri tempi si riscatta, non lasciando più spazio agli avversari e sventando minacce varie.

CLAITON, voto 6.5
In difesa mostra la solita sicurezza, anche se Tupta è un avversario ostico per i continui movimenti da attaccante puro. Positiva la prestazione del capitano.

RAVANELLI, voto 6.5
Dalle sue parti militano due giocatori di qualità come Tutino e Lazovic: dopo qualche difficoltà iniziale, comprensibili, mostra personalità. Bravo soprattutto negli anticipi.

MOGOS, voto 6.5
Anche il romeno soffre le cavalcate dei primi minuti di un carico Lazovic, poi però riesce a tenerlo bene, con grinta. Determinante la differenza in termini di stazza fisica. Meno pungente del solito davanti, proprio per concentrarsi di più sulla fase difensiva. Nel finale si inventa anche mezzala.

ARINI, voto 6.5
A centrocampo figura come uno dei migliori, come sempre leader in interdizione. Brividi al 68′ quando lancia per sbaglio Tupta verso la porta di Agazzi, ma bravo Migliore a chiudere. Esce, sfinito, per Boultam. Deve ricaricare le pile in vista di Venezia.

CASTAGNETTI, voto 7
Rendimento in crescita rispetto alla scorsa settimana. Nel primo tempo limita i danni con un paio di interventi decisivi per fermare i “piccoletti” del Verona, nella ripresa più nel vivo del gioco col suo mancino. Suo il preciso tentativo di sinistro che al 92′ si infila alle spalle di Silvestri, prolungando il match ai supplementari. Sfiora, immediatamente dopo, un gran gol su ribattuta della difesa veronese.

DELI, voto 7
In difficoltà come tutta la catena di sinistra nel primo tempo, anche se l’unico tiro in porta della Cremo nei 45′ iniziali è suo (destro a giro da fuori, facile preda di Silvestri). Cerca sempre di inventare la giocata, incide meno rispetto al match col Francavilla, ma il gol nei supplementari è facile quanto importantissimo: tocco di testa da un passo, quel che basta per portare i grigiorossi al Quarto Turno di Coppa Italia (a dicembre con l’Empoli). Acquisto di prima fascia.

RENZETTI, voto 6.5
Erano i suoi primi minuti ufficiali della nuova stagione e si è visto. La sua qualità principale è la corsa: fatica all’inizio, meglio quando prende confidenza con la partita. Come un diesel: nella ripresa e nei supplementari mostra grande lucidità, mettendo in mezzo palloni molto interessanti.

PALOMBI, voto 6
Gli arrivano meno palloni, fa quello che può. Voglia e grinta non gli mancano, stasera però era dura lasciare il segno nella morsa dei bravi (e giovani) centrali gialloblù.

CIOFANI, voto 6
La prima ora di gioco grigiorossa è servita più che altro per affinare l’intesa coi compagni, più che per migliorare una condizione già discreta. Re del gioco aereo, deve trovare la giusta amalgama. Siamo certi che ci farà divertire.


Sono entrati:

SODDIMO, voto 6
Poco preciso, ma sempre nel vivo del match. Prende per mano la squadra alla ricerca dapprima del pareggio, poi della vittoria. Troppo fumoso nelle giocate e ottiene anche un giallo per un duro (e futile) intervento.

BOULTAM,  voto 6
Dinamico, con una girata mancina da dentro l’area di rigore avversaria spara alto poco dopo il suo ingresso in campo. Utile in contropiede nei supplementari.

MONTALTO, voto 6
Pochi palloni giocabili nei regolamentari, poi è decisivo quando fa da sponda per la rete di Deli che chiude la fantastica rimonta.

ZORTEA, sv
Conferma, nel secondo supplementare, quanto di buono avevamo visto col Francavilla.


L’allenatore:

RASTELLI, voto 7.5
Sfortunato quando a poco dal fischio d’inizio deve fare a meno di Caracciolo, schierando Migliore adattato nei tre dietro. La Cremo inizia in maniera molto timida, ma dopo gli “schiaffoni” (come detto dal tecnico in sala stampa), i grigiorossi hanno preso in mano la partita. Giusto gettare nella mischia subito Ciofani per fargli prendere confidenza a una settimana dal campionato, bravo poi nella gestione dei cambi e nella fase di incitamento dei suoi per prima raggiungere il pareggio e poi per andare a conquistarsi il Quarto Turno di Coppa Italia.

Andrea Ferrari
Andrea Ferrari

Caporedattore, Content Manager e Social Media Manager

Potrebbe interessarti anche:

Napoli-Cremonese 3-3, i top dell’amichevole

Napoli-Cremonese 3-3, i top dell’amichevole