fbpx
Le pagelle – Ciofani, ingresso decisivo. Pinato si conferma
Le pagelle – Ciofani, ingresso decisivo. Pinato si conferma

Le pagelle di Pordenone-Cremonese, terminata 1-2: grigiorossi avanti con Celar, pareggia Falasco, la decide Ciofani a due minuti dalla fine

VOLPE, voto 6
Potrebbe fare di più in occasione del gol subito: il tiro arriva da 40 metri, lui però è coperto a causa dello schema del Pordenone. Si riscatta subito su Falasco, volando a deviare la conclusione del terzino direttamente da corner. È reattivo sul colpo di testa di Barison.

ZORTEA, voto 6
Tanto girovagare per poi tornare all’ovile, terzino sulla fascia destra. Le occasioni per partire in dribbling e creare superiorità numerica nella metà campo avversaria sono poche, mostra sensibili miglioramenti in fase difensiva.

BIANCHETTI, voto 6.5
Bisoli continua a vederlo come terzino, ma da centrale fa la sua figura: è bravo nel gioco aereo e sull’uomo, grazie alla sua velocità arriva sempre primo sui palloni lunghi.

FIORDALISO, voto 6.5
Fatica in marcatura su Butic che nei primi 20 minuti fa ciò che vuole. Piano piano prende le misure e acquista sicurezza, piazza un paio di belle chiusure su seconde palle pericolose.

VALERI, voto 6
Zortea + CTRL+V. Riesce a spingere un filino di più del collega di reparto, comunque meno rispetto alle precedenti partite. Come il buon Nadir si cala nella partita e offre una buona prestazione in difesa.

VALZANIA, voto 6.5
Nel primo tempo è uno dei pochi che riesce ad alleggerire la pressione del Pordenone grazie alle sue discese. Nella ripresa esce tutto il suo strapotere fisico, al 90’ ha ancora la forza per sprintare e portare palla verso la bandierina.

CASTAGNETTI, voto 6.5
Se nella prima frazione la Cremo fatica ad alzare il baricentro è anche perché è meno preciso del solito a fare ripartire l’azione. Nella ripresa ritrova qualità, all’occorrenza si ricicla da difensore aggiunto. Scocca il tiro da cui nasce il gol di Ciofani.

GHISOLFI, voto 5.5
I mesi di assenza dal campo si sentono: ha poca esplosività nelle gambe, con il pallone tra i piedi fatica a ripartire. Dà il meglio in fase di rottura, da un suo intercetto parte un pericoloso contropiede.

PINATO, voto 7
È un’ala senza ali: non gli si può chiedere di saltare l’uomo o di creare la superiorità numerica, quando parte palla al piede è sempre costretto a chiedere un appoggio. Però nelle azioni offensive c’è sempre: è il più continuo in fase conclusiva, da un suo tiro nasce il gol di Celar.

STRIZZOLO, voto 5
Forse non è ancora al meglio della condizione dopo l’infortunio: offre poco aiuto alla squadra palla a terra, pecca anche nel pressing sulla difesa avversaria, suo noto punto di forza.

BUONAIUTO, voto 6
Quando parte in contropiede non è accompagnato dalla squadra e finisce per perderla perché circondato da avversari. Viene fermato da un infortunio muscolare sul finire del primo tempo: non ci voleva.


Sono entrati:

CELAR, voto 6.5
Entra per Buonaiuto e si mette alto a destra: si sacrifica in fase difensiva e si fa trovare pronto al momento di ripartire. È bravo a smarcarsi sul tiro di Pinato e segna il gol dello 0-1 con un preciso tap-in.

GUSTAFSON, voto 5
Nei primi sette minuti crea due grosse occasioni (per il Pordenone): Mallamo calcia fuori in entrambe le circostanze. Commette diversi errori in fase di ripartenza, il gol del pareggio nasce da un suo fallo.

CIOFANI, voto 7
Alla fine risulta decisivo: lavora di sponda nell’azione del primo gol, segna il secondo con la rabbia e la convinzione di chi ci crede fino all’ultimo. In mezzo disputa una partita in netta crescita rispetto alle ultime uscite, lavorando bene sulle palle sporche.

BIA, sv.


L’allenatore:

BISOLI, voto 6
Ora il saldo con la fortuna sta cambiando segno: si vede annullare un altro gol (regolare?) degli avversari sul risultato di 1-1. Per la seconda giornata consecutiva la Cremo raccoglie più di quello che merita, venendo surclassata sul suo cavallo di battaglia, la condizione fisica e il ritmo di gioco. Il mister però ha un’altra caratteristica, quella di non mollare mai. E i grigiorossi non mollano: soffrono insieme e ci credono fino all’ultimo, trovando tre punti insperati.

Nicola Guarneri
Nicola Guarneri

Direttore Responsabile

Potrebbe interessarti anche:

Cremo-Legnago, Top&Flop dei grigiorossi

Cremo-Legnago, Top&Flop dei grigiorossi

Napoli-Cremonese 3-3, i top dell’amichevole

Napoli-Cremonese 3-3, i top dell’amichevole