fbpx
La Cremonese, Stroppa e quei cambi parecchio discutibili
La Cremonese, Stroppa e quei cambi parecchio discutibili

La scelta di cambiare Johnsen e Falletti ha spento la squadra. Tanti dubbi anche per la sostituzione di Collocolo

Tre cambi di pancia operati tra un tempo e l’altro. Con la Cremonese che, invece di reagire, è sfumata via via, col passare dei minuti, addirittura regalando alla Ternana chance di vittoria. Le sensazioni che abbiamo avuto in partita le ha confermate Stroppa in conferenza stampa, in modo molto lucido: «Col senno di poi si poteva fare meglio, ho scelto di togliere Johnsen e Falletti perché non poteva essere che abbiamo fallito così tanti gol». Vero, hanno sbagliato tanto, ma erano anche gli unici a creare grossi problemi alla retroguardia rossoverde. Chi è subentrato non è stato altrettanto incisivo, per caratteristiche (Pickel, per fare un esempio, è lontanissimo in tal senso dall’uruguaiano e dal norvegese) e per il fatto che la Ternana ha scelto di mettere il pullman davanti alla porta. Sono proprio giocatori alla Johnsen-Falletti che possono, in quei casi, scardinare la difesa avversaria e creare i pericoli maggiori. Una nota a margine anche per Collocolo: nel primo tempo era stato nettamente tra i migliori, era anche stato decisivo per frenare alcune ripartenze della squadra di Breda. Toglierlo per Coda è stato deleterio: non a caso, 3 minuti dopo, in ripartenza Saro fa il miracolo su Luperini. E forse, con lo spirito di Collocolo, la partita sarebbe quantomeno finita sull’1-1. Un monito per le ultime giornate.

Redazione

Potrebbe interessarti anche: