fbpx
Juve Stabia, Caserta: «Ottima partita da parte nostra»
Juve Stabia, Caserta: «Ottima partita da parte nostra»

Le parole del tecnico dei campani Caserta dopo il pari ottenuto a Cremona: «Ceravolo un grande amico, oggi mi ha fatto pure un regalo!»

Un punto, quello conquistato allo Stadio Zini contro la Cremonese, che dà fiducia e continuità alla Juve Stabia, nettamente in ripresa dopo un avvio di stagione da incubo. Ecco le parole rilasciate dal tecnico delle Vespe Fabio Caserta in conferenza stampa: «Siamo venuti a Cremona per giocarcela senza paura, a viso aperto, infatti credo sia stata un’ottima partita da parte nostra – ha detto l’allenatore gialloblù davanti ai giornalisti in sala stampa –. Siamo stati bravi e fortunati a trovare subito il gol, poi abbiamo preso il pareggio ma i ragazzi hanno continuato a giocare, rimanendo agganciati al risultato. L’atteggiamento è stato giusto, ho scelto il 4-4-2 perché non volevo dare loro superiorità sugli esterni, adesso speriamo di recuperare in fretta le energie in vista del match col Cosenza di domenica».

RILANCIO – Nelle prime sei partite la Juve Stabia aveva conquistato un solo punto, ora invece si naviga a ridosso della zona che regala la salvezza diretta«Dopo quel filotto negativo la squadra secondo me è stata brava a reagire, non era facile perché in un campionato come la Serie B se parti male poi è complicato uscirne fuori – ha proseguito Caserta rispondendo alle varie domande -. Secondo me i ragazzi sono stati bravi a non perdere mai di vista l’obiettivo, sapendo che la salvezza può arrivare anche se durante il percorso incontri un momento di difficoltà. Speravo non fosse già all’inizio, però ormai ne siamo venuti fuori e la vittoria a Trapani è stata per me la svolta: così il gruppo ha capito che può giocarsela contro chiunque. Serve però la lotta palla su palla, la squadra lo sta facendo. E comunque ancora non è stato fatto nulla, siamo solo alla fine del girone d’andata…».

CEROBELVA – Forse non tutti sanno che Caserta, a dispetto del cognome, è calabrese e ha iniziato la carriera da calciatore nella squadra del Paese di Ceravolo, che oggi gli ha segnato contro. I due, oltre ad aver giocato insieme all’Atalanta (annata 2009-2010, Serie A), sono grandi amici: «Ero sicuro che oggi mi facesse un regalo, infatti è stato così, per fortuna – dice sorridendo Caserta, riferendosi al gol che l’altro Fabio si è divorato a porta vuota sull’1-1 –. È un ragazzo eccezionale, forse non sta andando troppo bene a Cremona, non sta facendo come a Benevento, ma è un attaccante molto forte della categoria. Come tutte le punte vive momenti di alti e bassi, sono sicuro farà bene anche con la Cremonese». In estate c’era stata qualche voce di un possibile approdo di Ceravolo alla corte gialloblù«Sinceramente nemmeno possiamo permettercelo a livello economico, parlando da allenatore vi dico che mi piacerebbe tantissimo avere un giocatore così là davanti, però da amico forse è meglio, almeno per ora, non lavorare assieme. Non sempre amicizia e lavoro vanno di pari passo, vedremo in futuro. Comunque ci tengo a sottolineare che stimo moltissimo le punte della mia rosa, me le tengo strette». Peraltro, Ceravolo è stato anche al matrimonio di Caserta lo scorso giugno, dopo la promozione in B.


Fonte: dai nostri inviati allo Stadio Zini Andrea Ferrari e Lorenzo Coelli
Ogni replica, anche se parziale, necessita della corretta fonte CUOREGRIGIOROSSO.COM

Redazione

Potrebbe interessarti anche: