fbpx
Gaetano alla… Castrovilli: altro anno per volare in A
Gaetano alla… Castrovilli: altro anno per volare in A

Confermato con le unghie e con i denti, a Gaetano le chiavi della rifinitura grigiorossa: mister Bisoli punterà molto su di lui, poi chissà se avrà fortuna come Castrovilli

Un altro anno di prestito a Cremona per farsi le ossa e per meritarsi un posto fisso in Serie A. E, chissà, la Nazionale azzurra del c.t. Roberto Mancini. Gianluca Gaetano, dopo sei mesi turbolenti a causa dell’emergenza sanitaria ma con anche le prime reti fra i Professionisti, resta alla Cremonese, seguendo la scia di un altro Gaetano – però di nome – Castrovilli. L’attuale stella della Fiorentina per due anni di fila ha vestito la casacca grigiorossa, migliorandosi costantemente e ottenendo anche il privilegio di esordire, a distanza di pochi mesi dall’interruzione del rapporto con la Cremo, con la divisa prestigiosa della propria Nazionale. Il sogno di qualsiasi calciatore.

PRONTO A VOLAREI paragoni fra Gaetano e Castrovilli si sono sprecati al momento dell’arrivo del primo a Cremona, e si sprecano tutt’ora. Il talento classe 2000, voluto fortemente da Rastelli, è stato valorizzato sia dal tecnico campano che da Bisoli, il quale aveva molta voglia di lavorare ancora insieme a lui, così è partito il pressing del ds Bonato sul club partenopeo per aggiudicarsi ancora le prestazioni del fantasista, seppure a titolo temporaneo. In gol col Trapani alla prima da titolare in grigiorosso, il primo 2000 a segno nella storia della Cremo, la doppietta show contro il Pordenone all’ultima giornata. In quella circostanza è stato posizionato sulla trequarti, suo ruolo naturale, e da lì ripartirà, perché la carta d’identità a Bisoli non fa paura, non preoccupa affatto: il tecnico vuole affidare a Gaetano le chiavi della rifinitura per la Cremonese 2020-2021.

TALENTO INNATO – Anche Castrovilli necessitava di un paio di stagioni fra i cadetti disputate con continuità per esplodere definitivamente. Alla Cremonese va il merito di aver puntato molto sul giocatore, acquisendo in un certo senso la nomea del club che valorizza giovani ragazzi sul trampolino di lancio. Il Napoli e Gaetano lo sapevano a gennaio e ne sono convinti ancora adesso: Cremona è l’ambiente giusto per crescere, soprattutto se sussiste la forte consapevolezza di mettere il giocatore nelle condizioni ideali per incidere e farsi notare ai più. Ricordate quando Castrovilli è passato a mezzala, dopo l’infortunio dei primi mesi del 2019? Gianluca ha un talento innato, va coltivato, e Bisoli sa toccare le corde giuste.

Redazione
Redazione

Potrebbe interessarti anche: