fbpx
Ex grigiorossi, Parigini salva la vita a Dziczek
Ex grigiorossi, Parigini salva la vita a Dziczek

Ascoli-Salernitana: Parigini soccorre prontamente l’avversario Dziczek, vittima di un malore pochi minuti dopo il suo ingresso in campo, salvandogli la vita

Attimi di paura durante Ascoli-Salernitana, match valido per la ventiquattresima giornata di campionato che si è giocato ieri pomeriggio in contemporanea a Brescia-Cremonese. Dziczek, mediano granata, ha fatto il suo ingresso in campo al settantaduesimo minuto. Dopo poco più di dieci minuti di gioco è però rimasto vittima di una crisi vagale, che lo ha costretto ad accasciarsi a terra lasciandolo momentaneamente privo di sensi. Abbattista ha fermato il gioco, mentre giocatori (tra cui l’ex giocatore della Cremonese Vittorio Parigini, ndr.), mister e staff medico si sono subito raccolti intorno a lui per soccorrerlo. Il classe ’98 stato portato d’urgenza all’Ospedale “Mazzoni” di Ascoli che l’ha sottoposto a tutti gli accertamenti del caso.

PARIGINI – Tra i primi a prestare soccorso è stato proprio l’ex attaccante grigiorosso. Inizialmente dava le spalle a Dziczek perché impegnato a fare un passaggio a Cangiano. Successivamente girandosi e vedendo l’avversario cadere a terra in quel modo, si è reso conto che qualcosa non andava. Il primo ad accorrere è stato il capitano granata Di Tacchio che ha urlato per chiedere aiuto. A quel punto, resosi conto della gravità dell’accaduto, Parigini è intervenuto subito: si è precipitato a tenere la lingua del calciatore inerme fuori dalla bocca, affinché non soffocasse, contribuendo a salvargli la vita.

SALERNITANA – La stessa società granata ha pubblicato dopo l’accaduto un post di ringraziamento per l’aiuto prestato al suo giocatore. Queste le parole riportate dal sito ufficiale dell’Unione Sportiva Salernitana: «L’ U.S. Salernitana 1919, rendendosi interprete del sentimento del calciatore, della Proprietà, nonché dell’intera città di Salerno esprime la profonda gratitudine a tutti quelli che ieri, allo stadio Del Duca, si sono presi cura di Patryk. In particolare, ci corre l’obbligo di ringraziare il medico sociale dell’Ascoli Calcio, il personale medico e lo staff dell’ambulanza presenti allo stadio, nonché il calciatore Parigini e tutti i giocatori bianconeri […]».

Rebecca Cambiati
Rebecca Cambiati

Potrebbe interessarti anche: