fbpx
Dg Cittadella: «Cremonese? Porte chiuse o rinvio»
Dg Cittadella: «Cremonese? Porte chiuse o rinvio»

Stefano Marchetti, dg del Cittadella, sulla sfida con la Cremonese: «Porte chiuse o rinvio le uniche soluzioni. Ma nessuna delle due ci soddisfa»

Si avvicina sempre di più sabato 29 febbraio, giorno in cui Cittadella e Cremonese si dovrebbero sfidare per la 26° giornata di Serie B. Usiamo il condizionale in quanto, a causa dell’emergenza coronavirus e della decisione della Lega B di uniformarsi alle decisioni delle autorità competenti, non si sa ancora se la partita si disputerà o meno. In merito a questa situazione ha parlato anche il direttore generale dei granata, Stefano Marchetti. Queste le parole del dg, intervistato da Il Mattino di Padova«Non ci si scappa, le opzioni sono due: o si gioca a porte chiuse o si rinvia la partita. Dobbiamo tener conto dell’emergenza, anche se nessuna delle due opzioni è l’ideale». Un eventuale rinvio complicherebbe il calendario di entrambe le squadre: «Da un lato giocare ci permetterebbe di non intasare il calendario e sfruttare il momento favorevole – spiega Marchetti. – Dall’altro, scendere in campo senza pubblico non è mai bello. Senza contare i problemi derivanti dal rimborso dei biglietti».

Lorenzo Coelli
Lorenzo Coelli

Redattore

Potrebbe interessarti anche:

Frosinone, Nesta: «Partita molto strana»

Frosinone, Nesta: «Partita molto strana»