fbpx
Cremonese, Sarr il nuovo che avanza
Cremonese, Sarr il nuovo che avanza

Mouhamadou Sarr si candida a essere il nuovo numero uno della Cremonese per la prossima stagione in Serie B

Era arrivato lo scorso anno come riserva di Carnesecchi per poi, a detta della dirigenza il giorno della sua presentazione, raccoglierne la titolarità tra i pali la stagione successiva. Alla fine, però, è arrivata la promozione in Serie A e Mouhamadou Sarr ha dovuto rifare i conti con quella realtà che negli ultimi anni gli si è palesata di sovente (magari un po’ anche per scelta sua). Ovvero che lui, ad alti livelli, non viene mai considerato come un titolare. La sua carriera, infatti, lo ha visto tale (o semi-tale) soltanto in Serie C nelle parentesi in prestito al Prato e al Fano nel biennio tra il 2017 e il 2019. Dopodiché soltanto 3 gettoni ad Ascoli, altrettanti all’ombra del Torrazzo e nessuno a Bologna (dove è cresciuto).

TEMPO – Già, proprio lui che spesso, non a caso, viene definito come galantuomo, quest’anno lo ha relegato sì a ruolo di riserva ma gli ha regalato anche un paio di vetrine importanti, e tutte in Coppa Italia. Non tenendo conto della prima contro il Modena, dove comunque prese 2 gol. La prima nientemeno che all’Olimpico di Roma, nella vittoria dei quarti, la seconda proprio ieri sera, in semifinale, contro la Fiorentina. In entrambe le circostanze, il portiere classe 1997 ha salvato o comunque contribuito a mantenere in piedi il risultato, emergendo sempre come uno dei migliori, se non addirittura il migliore in campo.

CONSIDERAZIONI – Da qui a fine anno la titolarità di Carnesecchi non è in discussione per svariati motivi, o almeno fino a che l’aritmetica non ci avrà condannato al ritorno in Serie B. Dopodiché si potrà anche provare a dare più minutaggio all’estremo difensore senegalese per capire se potrà essere lui l’ultimo baluardo da cui ripartire il prossimo anno, considerato che la scelta del portiere è sempre un po’ ostica dato che non c’è il turnover come negli altri ruoli di movimento. Anche se, per quanto poco abbiamo avuto modo di vedere nelle ultime due stagioni, le credenziali le ha tutte.

Nicolò Casali

Redattore

Potrebbe interessarti anche:

Cremonese, obiettivo riscatto (podcast)

Cremonese, obiettivo riscatto (podcast)