fbpx
Cremo, speranze di rinascita per Ciofani
Cremo, speranze di rinascita per Ciofani

La Cremonese è convinta di avere già in casa il bomber della prossima stagione. Ovvero quel Daniel Ciofani che deve essere recuperato mentalmente più che fisicamente

Tra le certezze con cui questa Cremonese si avvia verso la stagione 2020-2021 c’è anche Daniel Ciofani. E fa strano dirlo perché l’ex Frosinone è reduce da quello che, numericamente parlando, è il peggior anno della sua carriera con 5 gol in 36 presenze, condite da molte prestazione al di sotto della sufficienza. Limitandoci ai meri numeri, escluso l’anno precedente a Frosinone in Serie A, bisogna infatti andare indietro 15 anni per trovare una stagione in cui ha segnato meno. Ovvero quando era una giovane promessa del Pescara di Maurizio Sarri e mise a segno una rete in 9 gare. Con tali premesse, il suo destino all’ombra del Torrazzo sembrava oramai segnato.

FATTORE BISOLI – Qualcosa, però, con l’arrivo di Pierpaolo Bisoli è cambiato. Non tanto nei numeri (3 gol in 12 partite), quanto semmai nella sua centralità. La punta di Avezzano, infatti, è sempre scesa in campo, anche negli infrasettimanali. E dire che in panchina c’era pure un certo Ceravolo. Eppure il nuovo allenatore non ha mai voluto privarsi della sua fisicità, convinto di poterlo recuperare forse più dal punto di vista psicologico che non fisico. Emblematiche le grida “sei forte!” dopo la doppietta segnata a Castellammare di Stabia. Il tecnico ha più volte ribadito che Ciofani è fondamentale per la squadra.

NUOVA LINFA – Evidentemente, la speranza (o addirittura certezza) è quella che, ripartendo da zero con una squadra ritoccata, il buon Daniel possa tornare a far tremare i difensori avversari. Magari non come un tempo. D’altronde gli anni passano per tutti. Ma sarebbe già un buon risultato riuscire ad arrivare in doppia cifra. Cosa che a Cremona, in tre anni di B, non abbiamo ancora visto fare a nessuno.

Nicolò Casali

Redattore

Potrebbe interessarti anche: