Cremo, donazione per un’opera della Cattedrale
Cremo, donazione per un’opera della Cattedrale

La Cremonese ha fatto una donazione a favore dell’Ufficio diocesano dei Beni Culturali Ecclesiastici per il restauro di un’opera di proprietà della Cattedrale

Sul campo la stagione è terminata, ma la Cremonese non si ferma: la società di Via Postumia ha infatti deciso di devolvere tutti i soldi raccolti dalla vendita all’asta delle maglie natalizie (per un totale di euro 5406) all’Ufficio Diocesano dei Beni Culturali Ecclesiastici di Cremona, al fine di restaurare la “Apparizione a Caravaggio della Madonna di Santa Maria del Fonte”. Il dipinto, risalente al XVIII secolo e attribuito alla Bottega del Massarotti, si trova dal 2015 nella cattedrale di Cremona, più precisamente nella controfacciata del transetto Sud. L’assegno inerente alla donazione è stato consegnato all’incaricato diocesano per i Beni culturali ecclesiastici da Nicola Ravaglia e Capitan Claiton.

Ecco riportato il comunicato della società: 

Il restauro del dipinto raffigurante “Apparizione a Caravaggio della Madonna di Santa Maria del Fonte”, di proprietà della Cattedrale di Cremona e attribuito alla bottega del Massarotti, sarà restaurato grazie a una donazione dell’U.S. Cremonese.

Don Gianluca Gaiardi, incaricato diocesano per i Beni culturali ecclesiastici, ha ricevuto dalle mani del capitano grigiorosso Claiton Dos Santos e del portiere Nicola Ravaglia, l’assegno di 5.406 euro corrispondente al ricavato dell’asta benefica delle maglie in edizione speciale realizzate – per il terzo anno consecutivo – dalla società grigiorossa in occasione del Christmas Match.

Quest’anno, in accordo con la proprietà, l’U.S. Cremonese ha scelto di destinare la somma ottenuta dalla vendita delle divise indossate dai calciatori durante la gara casalinga disputata lo scorso 22 dicembre allo stadio Zini contro il Carpi, all’Ufficio dei Beni culturali ecclesiastici della diocesi.
Tale contributo finanzierà dunque il restauro del dipinto della “Apparizione a Caravaggio della Madonna di Santa Maria del Fonte”. La tela, donata dai missionari Saveriani al momento di lasciare la sede di via Bonomelli e oggi esposta nel transetto sud del Duomo, è l’unica opera di proprietà della Cattedrale che raffigura la co-patrona della diocesi e sarà destinata all’erigendo Museo Diocesano. I lavori di restauro, affidati allo Studio Manara di Cremona, inizieranno una volta ottenuta l’autorizzazione da parte della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Cremona Lodi e Mantova.

“A nome del vescovo e della Diocesi – commenta don Gianluca Gaiardi – esprimo il mio ringraziamento per la bella idea che lega la passione al calcio con l’arte e al patrimonio culturale locale, veicolata dalla solidarietà. Questo dimostra che lo sport fa veramente bene”.
Un ringraziamento che si estende a tutti coloro che hanno preso parte all’asta benefica dimostrando attaccamento alla Cremonese e sensibilità verso la finalità dell’iniziativa, un gesto di attenzione verso il patrimonio storico, artistico e religioso locale che rappresenta una delle tante azioni a sostegno del territorio messe in atto anche durante questa stagione agonistica dalla società grigiorossa.

 

Apparizione a Caravaggio della Madonna di S.Maria del Fonte, Massarotti

 

Lorenzo Coelli
Lorenzo Coelli

Collaboratore

Potrebbe interessarti anche:

Cremo, fissate le prime due amichevoli

Cremo, fissate le prime due amichevoli