fbpx
Cremo, chi è Gianluca Gaetano
Cremo, chi è Gianluca Gaetano

Vi presentiamo Gianluca Gaetano, primo e finora unico acquisto della Cremonese nel mercato invernale. Arriva in prestito dal Napoli

È finalmente arrivato il nulla osta del Napoli, Gianluca Gaetano è un nuovo giocatore della Cremonese. Arriva in Serie B molto carico, ha già parlato con mister Massimo Rastelli – che lo ha voluto a tutti i costi – e cercherà di mostrare tutte le sue qualità per la prima volta in un campionato professionistico. Ricordiamo che il giocatore, classe 2000 e quindi giovanissimo, ha già esordito in Serie A con la maglia dei partenopei e addirittura in Champions League, contro il Genk, nell’edizione in corso. Mister Ancelotti credeva molto nelle capacità del promettente centrocampista offensivo di Cimitile, per questo scelse di tenerlo in rosa con la prima squadra fino a che è stato allenatore del Napoli.

STORIA – È tutto molto semplice, Gaetano vuole diventare il nuovo Lorenzo Insigne. Nato a circa mezz’ora da Napoli, il talento 19enne desidera fortemente fare la storia del club azzurro, di cui fa parte dal 2011 (aveva quindi 11 anni). Gaetano è stato il primo millennial a esordire in A col Napoli, era proprio un anno fa quando Ancelotti scelse di schierarlo nella partita vinta dai suoi in Coppa Italia contro il Sassuolo; in estate vi era stato anche un interesse del Liverpool, ma i partenopei vogliono tenere il giocatore per sé. Sono arrivati al punto di doverlo cedere in prestito per farsi le ossa, a Cremona potrebbe trovare l’ambiente ideale per esplodere. Dopo aver valorizzato (e mica male) Castrovilli, infatti, i grigiorossi ora si augurano di fare lo stesso con il classe 2000. Nella Primavera del Napoli ha segnato 33 gol in 77 presenze, nell’Under 17 addirittura 32 reti in 41 apparizioni. Nella Youth League, la Champions giovanile, dal 2017 ha totalizzato 10 gol in 15 match. Qualcosa vale. Ora cerca esperienza professionistica, vanta 2 presenze in A e una nella Champions dei grandi.

RUOLO – Gaetano è utilissimo poiché in grado di svariare su tutto il fronte offensivo: dalla seconda punta all’esterno alto, dal centrocampista centrale al trequartista, forse dove riesce a esprimersi meglio dal punto di vista della rifinitura. Nell’attuale 3-5-2 di Rastelli, quindi, potrebbe posizionarsi da mezzala, alla Castrovilli, con propensione ad offendere. Non è da escludere però un utilizzo alla Piccolo (o dell’ultimo Soddimo), e quindi da seconda punta di fianco a uno fra Ceravolo e Ciofani. Può schierarsi in qualunque ruolo, basta che alla Cremo riesca a dare vivacità e freschezza ad una manovra che, fin dal primo turno del campionato, appare lenta e macchinosa.

Andrea Ferrari
Andrea Ferrari

Caporedattore, Content Manager e Social Media Manager

Potrebbe interessarti anche:

Steel Cup, trionfa la Cremonese con Ciofani-Ceravolo

Steel Cup, trionfa la Cremonese con Ciofani-Ceravolo