fbpx
Cremo, Caracciolo e Bianchetti centrali come a Verona
Cremo, Caracciolo e Bianchetti centrali come a Verona

Con Baroni si ricompone la coppia che con il Verona raggiunse la Serie A: Caracciolo e Bianchetti titolari della difesa a quattro, in attesa di…

Complici le assenze per infortunio di Claiton e Terranova e il cambio di modulo imposto dal nuovo allenatore Marco Baroni per rilanciare la Cremonese, i difensori Antonio Caracciolo e Matteo Bianchetti saranno centrali di difesa del 4-3-1-2, proprio come accadeva nell’Hellas Verona dal 2016 a quando, nello scorso gennaio, il sardo classe ’90 è tornato in grigiorosso. Tolte le prime giornate della stagione in corso, i due hanno disputato in coppia un totale di 30 partite in maglia gialloblù: talvolta Bianchetti veniva utilizzato terzino destro, in altre circostanze è capitato che uno dei due entrasse a gara in corso. Sta di fatto che, in quei 30 match, lo score recita 14 vittorie, 10 pareggi e appena 6 sconfitte (di cui una in Coppa Italia e una in Serie A con l’Inter). Tolta la coppa, parliamo di una media di 1,67 punti a partita. Niente male.

A VERONA – Bianchetti e Caracciolo sono stati i pilastri del Verona della stagione 2016-17, quello che – con Pecchia in panchina e con Pazzini goleador – conquistò la promozione diretta in Serie A. Delle 42 giornate di quel campionato trionfale, 25 hanno visto in campo sia uno che l’altro difensore, uscendo sconfitti in sole 4 occasioni, mentre mai è successo che restassero fuori entrambi. Qualcosa vorrà dire. Bianchetti, spesso in carriera bloccato da guai fisici di una certa entità, in A ha giocato solo 2 partite nel 2017-18 e in entrambe era presente anche il compagno di reparto (trentesima e trentunesima giornata, k.o. con l’Inter e vittoria sul Cagliari). Lo stesso è capitato nella scorsa stagione: Bianchetti è tornato a disposizione solo a ridosso di Natale, per i match con Livorno e Cittadella, e lì ha giocato insieme a Caracciolo, prima che quest’ultimo approdasse alla Cremo nel mercato invernale.

OGGI – Bianchetti ha recuperato totalmente la condizione e la Cremonese ha voluto ricomporre l’accoppiata di Verona, per quanto si ripartisse col 3-5-2, modulo che li ha visti meno spesso protagonisti in carriera. Nelle prime 7 giornate di questa Serie B, i due non hanno giocato insieme soltanto nel successo di Venezia e nella sconfitta interna con l’Entella, le due gare inaugurali. I grigiorossi si sono sempre disposti a tre dietro, con Caracciolo a sinistra, Claiton in mezzo e Bianchetti a destra, tranne con il Cittadella che – per l’assenza di Claiton – il sardo è stato posizionato centrale. L’unica eccezione che ricordava Verona è stata nel pareggio di Trapani, quando Bianchetti fu messo terzino del 4-4-2 e Mogos avanzato sulla linea dei centrocampisti. Ma ora, stando a quanto visto nell’amichevole di sabato scorso, con Baroni Mogos tornerebbe arretrato, e in mezzo, attendendo il capitano brasiliano, si darà lustro al tandem Bianchetti-Caracciolo, che insieme vinse una B.


Di Andrea Ferrari

Redazione
Redazione

Potrebbe interessarti anche: