fbpx
Cremo, buone indicazioni dal test contro il Pisa
Cremo, buone indicazioni dal test contro il Pisa

Ci siamo divertiti a Rovetta per il primo test della Cremo, che ha già dato alcune importanti indicazioni. Anche sul fronte mercato

Siamo soddisfatti del pareggio ottenuto dalla Cremonese ieri a Rovetta, in Val Seriana, contro il Pisa. Non tanto per il risultato, naturalmente, che conta fino ad un certo punto, quanto per la prestazione dei grigiorossi. Abbiamo visto una Cremo già di buon livello, capace di mettere in campo i principi tecnici di mister Pecchia contro un avversario di pari categoria e che era già nel pieno del proprio ritiro montano. Soprattutto nel primo tempo, occasione in cui il tecnico ha preferito mandare in campo solo calciatori dello scorso anno. Ma anche nel corso della ripresa, con la Cremo farcita di nuovi acquisti, ci siamo divertiti.

TASSELLI – Perché alla Cremonese di Pecchia, ormai lo abbiamo imparato, piace gestire il pallone, scambiarlo rapidamente, aprire quando possibile sugli esterni e far correre i terzini per sovrapposizioni incontenibili. Per proporre questo calcio servono buone dosi di atletismo, intensità e tecnica. Caratteristiche che abbiamo ritrovato anche nelle prime uscite dei nuovi arrivati Collodel, Zanimacchia, Sernicola e Vido. Il gigante Okoli “spaventa” gli attaccanti avversari per il fisico possente, che gli permette di governare la retroguardia con affidabilità. A Pinzolo le sedute di allenamento raddoppieranno, dobbiamo naturalmente capire come la squadra arriverà ai primi impegni ufficiali, ricordandosi peraltro che il sorteggio del calendario di Serie B non è stato affatto clemente nella fase iniziale.

COSA MANCA – Prima della partita eravamo certi che a questa Cremo mancassero un terzino destro e una punta. Dopo l’amichevole, ancora di più. Lo sanno meglio di noi mister Pecchia e la dirigenza grigiorossa, che infatti sono al lavoro nel mercato delle opportunità per sferrare gli ultimi due colpi (a meno di imprevisti e/o altre cessioni). Fiordaliso e Crescenzi erano i titolari di ieri sulle fasce, con il secondo chiamato a ricoprire tale ruolo a sinistra anche per buona parte della ripresa (Valeri non era al top). A destra, nel secondo tempo, è stato addirittura abbassato Baez. Un’alternativa è necessaria. Per quanto riguarda l’attacco, si sa: i gol ritrovati di Ciofani potrebbero non bastare (e fra qualche giorno festeggerà 36 anni), Giacchetta vuole un altro nome di spessore. La Cremo ci proverà. In tal caso, le esperienze in grigiorosso di Ceravolo e Strizzolo potrebbero giungere al termine.

Dal nostro inviato a Rovetta (BG) Andrea Ferrari
Foto: Betty Poli | Scatti grigiorossi

Andrea Ferrari
Andrea Ferrari

Caporedattore, Content Manager e Social Media Manager

Potrebbe interessarti anche:

Cremonese-Pisa, la designazione arbitrale

Cremonese-Pisa, la designazione arbitrale

Torna il calcio, non la passione

Torna il calcio, non la passione

E alla fine arriva Gaetano

E alla fine arriva Gaetano

Salerno contro

Salerno contro