fbpx
Cosenza, Zaffaroni: «Cremo di livello, ma pensiamo a noi»
Cosenza, Zaffaroni: «Cremo di livello, ma pensiamo a noi»

Le parole del mister del Cosenza Zaffaroni: «La Cremo è una squadra che ha delle caratteristiche ben precise. È una rosa di alto livello»

Alla vigilia del match Cosenza-Cremonese, valido per la sedicesima giornata di campionato, ecco le parole del mister rossoblù Marco Zaffaroni: «La Cremonese è una squadra che ha delle caratteristiche ben precise. Con Pecchia sono insieme dall’anno scorso, hanno iniziato questo lavoro e quest’estate hanno aggiunto poi dei calciatori anche importanti». Aggiunge poi: «Certamente è una rosa di alto livello, però è importante che il Cosenza faccia la prestazione che deve fare».

LA MENTALITA’ – Il Cosenza non viene da un periodo facile (4 sconfitte nelle ultime 5 partite). Mister Zaffaroni, comunque, crede fortemente nei suoi ragazzi: «Sono chiaramente periodi che ci sono e che vanno affrontati con positività, perché i segnali che dà la prestazione sono per me comunque confortanti e di crescita, indipendentemente dal risultato». Infine conclude dicendo: «Sono molto orgoglioso dei ragazzi perché vedo come lavorano in settimana, sono orgoglioso della dedizione che ci stanno mettendo. Quello che non deve fare la squadra è perdere fiducia, perché questi periodi all’interno di un campionato ci sono».

LA SQUADRA – Analizzando la situazione della squadra, il mister afferma: «Eyango sta continuando la fase di recupero perché non ha ancora recuperato appieno dal problema che ha. Anche Bittante sta recuperando dal problema muscolare che ha avuto. Pandolfi non è potuto venire a Monza perché prima della convocazione ha avuto 3 giorni di febbre. È stato un problema di influenza». Termina poi dicendo: «Certamente l’infortunio di Situm è fastidioso, perché è un giocatore che ha certe caratteristiche che magari non hanno tanti giocatori della rosa. Però nell’arco del campionato sono cose che vanno messe in conto. Non credo che sia una cosa grave, però l’infortunio muscolare è sempre insidioso e quindi si preferisce non rischiare».

Rebecca Cambiati

Potrebbe interessarti anche:

Fiorentina-Cremonese, i convocati di Italiano

Fiorentina-Cremonese, i convocati di Italiano