fbpx
Bonato: «Impossibile lavorare non conoscendo il futuro»
Bonato: «Impossibile lavorare non conoscendo il futuro»

Il ds Bonato a Tmw: «Tanti i fattori da capire prima di tornare in campo. Prima di tutto pensiamo a sconfiggere il virus, poi si vedrà»

«Pensiamo prima a sconfiggere il Coronavirus, per tutto il resto ci sarà tempo». Queste alcune delle parole rilasciate dal ds grigiorosso Nereo Bonato ai microfoni di Tuttomercatoweb. Nell’intervista l’ex Udinese ha parlato dell’emergenza Coronavirus e di come la stanno affrontando Cremona e la Cremonese: «Qui in città si è percepita importanza della situazione già intorno al 20 febbraio. Dopo il rinvio della sfida di Ascoli abbiamo dato il via ad una serie di precauzioni, sanificando e igienizzando tutto. Da lì in poi abbiamo convissuto con un brutto stato d’animo, che ha reso difficile andare avanti vedendo cosa succedeva intorno a noi». 

RITORNO – A tenere banco nel mondo del calcio è sempre la stessa domanda: quando si tornerà in campo? «Difficile dare adesso una risposta. La salute è il bene primario, una volta sconfitto il virus si potranno capire i tempi e i modi con cui ripartire. L’Italia ha sempre mostrato di saper uscire dalle difficoltà, c’è solo bisogno del sacrificio di tutti». La primavera è solitamente uno dei mesi in cui il direttore sportivo inizia a programmare la stagione successiva, ma:  «Lavorare senza conoscere il futuro è impossibile. Sono tanti i fattori da capire: come finirà questo campionato, come sarà organizzato il prossimo e che impatto avrà tutto questo sulle società. Non bisogna guardare troppo oltre, ma vivere alla giornata». 

Lorenzo Coelli
Lorenzo Coelli

Redattore

Potrebbe interessarti anche:

Valeri: «Cremo, che occasione. Sogno la Serie A»

Valeri: «Cremo, che occasione. Sogno la Serie A»