fbpx
Bisoli a CGR: «Giocherà chi merita. Ai tifosi dico…»
Bisoli a CGR: «Giocherà chi merita. Ai tifosi dico…»

Mister Bisoli in esclusiva a CGR: «È chiaro che la Cremonese non dovrebbe stare in questa posizione. Daremo il 120% per risolvere il prima possibile»

OGNI REPLICA, ANCHE PARZIALE, NECESSITA DELLA CORRETTA FONTE CUOREGRIGIOROSSO.COM


A meno di una settimana da Ascoli-Cremonese, che segna il ritorno della Serie B dopo i difficili mesi a causa del coronavirus, abbiamo intervistato in esclusiva il tecnico grigiorosso Pierpaolo Bisoli. Il primo obiettivo è ovviamente quello della salvezza: «È chiaro che la Cremonese non dovrebbe stare in questa posizione. All’inizio del campionato la squadra era ritenuta fra le favorite, in queste undici partite dobbiamo dimostrarlo. Se prima davamo cento e questo non bastava, adesso daremo il 110-120% per cercare di risolvere il prima possibile la situazione in cui ci siamo cacciati, ribaltando i 9-10 mesi precedenti di alti e bassi». Così sulla ripartenza del campionato, in generale: «Se prima c’era una squadra che poteva essere più in forma fisicamente o mentalmente, ora, dopo due mesi, siamo tutti sullo stesso piano. Noi dobbiamo essere bravi ad azzerare quello che è stato. Dobbiamo ripartire dalle certezze che abbiamo avuto a Frosinone. Abbiamo giocato la partita con grande intelligenza, è chiaro che i valori ci sono e dobbiamo tirarli fuori».

PREPARAZIONE –  In queste settimane i giocatori hanno potuto ricominciare ad allenarsi in vista della ripresa del campionato cadetto. Ecco quello che ha detto il mister sulla loro preparazione: «Non è stata una preparazione vera e propria, in ritiro si possono fare doppie sedute praticamente ogni giorno, ora avevo solo tre allenamenti a settimana». Come ovviare al problema delle amichevoli, che nei ritiri estivi sono fondamentali per accumulare minuti nelle gambe? «La ripartenza è un’incognita per tutti. Non avendo disputato amichevoli, non sai effettivamente come si può reagire contro un avversario che lotta per i tuoi stessi obiettivi. Ho cercato di ottenere la mia verifica facendo partite undici contro undici. Ma è chiaro che è mentalmente diverso affrontare i compagni piuttosto che affrontare gli avversari del campionato». Fortunatamente, fin qui i grigiorossi non hanno dovuto affrontare nessuno infortunio: «Solamente due giocatori hanno subito delle contusioni, ma contiamo di recuperarli per mercoledì».

bisoli allenamento cremo 5

RECUPERO E CONTRATTI – «Una volta saputo che avremmo ricominciato di mercoledì con il recupero di Ascoli (la Cremo riprenderà infatti il campionato mercoledì 17 giugnondr), ci è stata sottratta una settimana di lavoro». Il mister grigiorosso, però, ha aggiunto che è stato giusto così: «È stato giusto disputare prima quella partita, perché se poi dovesse ancora succedere qualcosa (ovviamente mi auguro di no) almeno avremmo lo stesso numero di partite giocate». Per quanto riguarda la questione delle scadenze contrattuali e dei prestiti, la cui data limite resta il 30 giugno, il mister si è espresso in questo modo: «Ad oggi non sappiamo ancora niente, mi aspetto però che le linee guida della Federazione, come minimo, arrivino prima di tornare a giocare mercoledì…». Importanti novità, invece, sul fronte dei giorni e degli orari delle partite: «A quanto sembra, c’è la volontà di non entrare in conflitto con la Serie A, per cui si va verso i match di lunedì e venerdì, alle 18.30 oppure alle 21». Anche per questo, in ogni caso, restiamo in attesa di ufficialità.

LA SQUADRA – Mister Bisoli non vuole però attendere troppo, non può ad ora solo pensare che dal 30 giugno perderà alcuni giocatori: «La squadra sa che ho bisogno di tutti i 23 giocatori della rosa. Le partite sono molto ravvicinate, devo far giocare chi mi dà maggiori garanzie, certezze. Per me la meritocrazia è fondamentale. Ho detto ai giocatori che voglio atleti liberi di mente, pronti a dare tutto per la Cremonese. Nessun giocatore brevilineo o giovane è favorito su altri per le prime gare, io non guardo la carta d’identità dei miei ragazzi ma solo chi merita di più durante la settimana». Si potrà ad ogni modo operare cinque cambi e non più tre, mezza squadra escluso il portiere.

DAI TIFOSI E PER I TIFOSI – Le sue “urla” di Frosinone ancora riecheggiano allo Stirpe, così come per tutto lo Stivale. Un simbolo di rinascita, di ripartenza, di speranza, per una Cremonese che aveva gran bisogno di un mister-sergente del suo calibro: «Non giudico i comportamenti dei miei predecessori, di sicuro chiedo sempre tanto a me stesso, oltre che ai giocatori. Mi rivaluto ogni giorni in campo e do’ tutto – ha spiegato mister Bisoli –. Altrettanto pretendo dai miei calciatori. Chi non dà tutto, con me non gioca. Io chiedo sempre il massimo». Siamo sempre a contatto coi tifosi e nutrono speranza per il finale di stagione, quale messaggio per loro? «Assicuro i tifosi che i giocatori che scenderanno in campo per la Cremonese daranno il 100%. I miei giocatori usciranno dal campo stremati nel tentativo di ottenere risultati importanti.  Abbiamo la possibilità di dare alla società e ai suoi tifosi quello che si aspettavano da noi. Non esiste un bene personale, né mio né dei giocatori, ma esiste un bene comune, quello della Cremonese».

La conclusione della chiacchierata è degna di nota, considerando anche le varie perdite che ci sono state fra i tifosi grigiorossi per il maledetto virus:«Vorrei dare anche un piccolo sollievo a un popolo, quello di Cremona, che è stato duramente colpito dalla pandemia». Un grosso in bocca al lupo, forza Cremo.


OGNI REPLICA, ANCHE PARZIALE, NECESSITA DELLA CORRETTA FONTE CUOREGRIGIOROSSO.COM

Rebecca Cambiati
Rebecca Cambiati

Potrebbe interessarti anche:

Valeri: «Cremo, che occasione. Sogno la Serie A»

Valeri: «Cremo, che occasione. Sogno la Serie A»