fbpx
Bisoli: «A Salerno partita difficilissima»
Bisoli: «A Salerno partita difficilissima»

Mister Bisoli alla vigilia di Salernitana-Cremonese: «Domani sarà un grande banco di prova. l 3-5-2? Giusto fare un passo indietro se non vanno le cose»

La sosta per le Nazionali è terminata e la Cremonese è pronta a scendere in campo con la Salernitana domani sera nel monday night di Serie B. Alla vigilia della gara ha parlato in conferenza stampa il tecnico grigiorosso Pierpaolo Bisoli, che ha iniziato spiegando come i suoi stiano assimilando il 3-5-2: «In questi giorni ho visto i ragazzi lavorare con grande concentrazione per assimilare al meglio i nuovi meccanismi, ma stiamo parlando un modulo che la squadra conosce già avendolo utilizzato la scorsa stagione prima del mio arrivo. Ho voluto questo cambio di modulo perché se i risultati non arrivano è giusto che l’allenatore con umiltà faccia un passo indietro pensando al bene della squadra».

L’AVVERSARIO – La Cremo giocherà in un campo storicamente ostico contro una squadra lanciatissima e che ha avuto un ottimo inizio di campionato: «La Salernitana è un grande banco di prova, sono al secondo posto e hanno grande entusiasmo, ma questo non mi preoccupa né più né meno delle altre partite. Sappiamo che ci concederanno pochi spazi, sarà una partita difficilissima. Ad avere la meglio sarà chi saprà sfruttare gli errori dell’avversario, e speriamo di essere noi a riuscirci». Quella di domani è la prima delle 10 gare che i grigiorossi giocheranno da qui a fine dicembre: «Si giocherà senza respiro, spero che i ragazzi possano smaltire la fatica e trovare i punti che ci mancano. L’anno scorso è proprio sfruttando le gare ravvicinate che siamo riusciti a risalire. A fine dicembre avremo un quadro più dettagliato della nostra situazione di classifica».

CAPITANO – Con il passaggio al 3-5-2 il difensore centrale sarà Terranova, che l’anno scorso ha giocato spesso a sinistra: «Credo che abbia le caratteristiche giuste per ricoprire quel ruolo» spiega Bisoli. Il nuovo modulo potrà esaltare Zortea, fresco di convocazione in Nazionale U21: «Non è al 100%, ma è tornato dal ritiro con grande voglia ed entusiasmo. Scenderà comunque in campo dall’inizio perché le sue folate sulla fascia sono tra le cose che ci sono mancate di più in questo avvio di campionato». Durante la sosta la Cremonese ha annunciato l’arrivo di Ariedo Braida come dg a partire dal 1° dicembre: «Non ha bisogno di presentazioni, ha vinto in tutto il mondo. Il suo arrivo ha portato esperienza, gioia e spensieratezza. Spero abbia già contagiato i ragazzi con il suo atteggiamento positivo, quando sarà qu a tempo pieno potrà valutare con mano quanto tengano alla Cremonese».

Lorenzo Coelli
Lorenzo Coelli

Redattore

Potrebbe interessarti anche: