fbpx
Ascoli, Vivarini: «Cremo? Spero venga a giocarsela»
Ascoli, Vivarini: «Cremo? Spero venga a giocarsela»

Ascoli-Cremonese, la conferenza stampa del tecnico marchigiano Vivarini alla vigilia della sesta giornata del campionato: «Croce e Castagnetti miei pupilli»

Ad Ascoli non sarà semplice per la Cremonese. Infatti i bianconeri, pur non disponendo di Ardemagni, possono contare su una squadra che darà il tutto per tutto per far sua la gara contro i grigiorossi come emerso dalla conferenza di Vivarini.

La rosa ascolana è lunga quindi fino all’ultimo non si saprà chi giocherà: «Domani vedrò le loro facce e farò le mie scelte. Dobbiamo essere convinti che chi scenderà in campo dovrà dare il massimo. Gli unici indisponibili sono Ardemagni, Ingrosso e Ngombo».

Con Ardemagni ai box e Beretta non al meglio la situazione in attacco non è ottimale ma Vivarini rimane positivo:  «Dopo l’infortunio di Matteo negli spogliatoi ci siamo detti di vincere anche per lui.  Nel reparto offensivo le soluzioni le abbiamo, dobbiamo dare fiducia ai giocatori che abbiamo:  per me i giocatori dell’Ascoli sono i più forti che ci sono».

La Cremonese non sarà un avversario facile da affrontare anche perché una delle poche squadre ancora imbattute: «Ho letto che vuole fare il colpaccio ad Ascoli. Mi auguro che venga a giocarsi la partita così avremo la possibilità di affrontare l’avversario a viso aperto, poi vedremo chi sarà più bravo. La Cremonese è una squadra costruita per puntare ai vertici, ha giocatori di grande esperienza e temibili; a centrocampo ci sono Arini, Croce, Castagnetti, gli ultimi due li ho allenati e li stimo moltissimo, sono miei pupilli. Anche dietro hanno elementi di esperienza come Claiton e Terranova mentre Mogos l’avevo voluto a Teramo».

Per vincere servirà una grande prestazione dell’Ascoli, che sarà aiutato anche dal proprio pubblico: «Noi dalla nostra abbiamo la consapevolezza che iniziamo ad essere squadra, dovremo tirare fuori una grande prestazione, dovremo essere compatti e aggressivi, sarebbe il top riuscire a vincere. Al di là del risultato, dobbiamo alzare il livello della prestazione di squadra, la classifica la guarderemo più avanti. Possiamo fare un salto di qualità enorme per quanto riguarda il possesso palla».

Fonte: Ascoli Calcio

Redazione

Potrebbe interessarti anche:

Arvedi: «Promozione memorabile»

Arvedi: «Promozione memorabile»