fbpx
Addio a Burgnich, ex allenatore della Cremo
Addio a Burgnich, ex allenatore della Cremo

Il mondo del calcio piange Tarcisio Burgnich, morto a 82 anni. Un grande campione, anche mister dei grigiorossi

Il cordoglio da parte di tutto il mondo del calcio per Tarcisio Burgnich, morto oggi all’età di 82 anni. Considerato fra i difensori italiani più forti della storia, con i club e con la nazionale ha vinto praticamente tutto: dall’europeo del 1968 (l’unico tuttora nella bacheca azzurra) fino alle due Coppe dei Campioni con la Grande Inter di Helenio Herrera. Da allenatore, ha guidato anche la Cremonese fra il 1989 e il 1991.

LA CARRIERA – Burgnich era difensore roccioso, d’altri tempi, “sgraziato ma giusto”, nei modi, nella tempestività degli interventi. Con Armando Picchi e Giacinto Facchetti formava un terzetto impeccabile, all’Inter come in azzurro: in carriera ha vinto cinque Scudetti (quattro con l’Inter, uno agli esordi con la Juve), una Coppa Italia col Napoli e soprattutto due Coppe dei Campioni consecutive con la Grande Inter e una Intercontinentale, sempre coi nerazzurri. Con l’Italia 66 presenze e 2 gol, il secondo e ultimo nella storica semifinale con la Germania di Messico ’70, all’Azteca. El partito del siglo. Peccato per la finale col Brasile dei cinque numeri dieci, terminata 4-1 per i verdeoro a Città del Messico.

DA MISTER – Il grande Burgnich, nato a Ruda, in Friuli Venezia Giulia, non ebbe la stessa fortuna nella carriera da allenatore, sempre articolata fra Serie B e categorie inferiori. Nel 1989 viene scelto per guidare la Cremonese, appena salita in A con Mazzia: sarà un campionato complicato, i grigiorossi verranno retrocessi subito, ma due momenti in particolare esaltano la piazza, come anche ricordato dalla Cremonese nel commento di cordoglio all’ex campione. Anzitutto il pareggio per 1-1 allo Zini contro il Napoli di Maradona, futuro campione d’Italia, poi la vittoria per 1-0 sul Milan nella gara casalinga successiva, firmata Dezotti. Il campionato di B successivo è farcito di 0-0, Burgnich verrà sostituito da Giagnoni a febbraio del ’91, che riuscirà a riportare i grigiorossi in A. Veniva criticato per l’eccessiva attenzione alla fase difensiva. E chi se non lui?

La redazione al completo si unisce al cordoglio per la scomparsa di Tarcisio Burgnich, fra i difensori più forti di tutti i tempi.

https://twitter.com/USCremonese/status/1397469984121556993
Andrea Ferrari

Caporedattore, Content Manager e Social Media Manager

Potrebbe interessarti anche: